Ospedale Desio Lun - Ven 08:30-12:30 0362 383801

Sistema Laparoscopico Ultra High Definition 4K

La sala operatoria della Chirurgia Generale e d’Urgenza III da me diretta presso l’Ospedale di Desio è stata dotata a partire dal mese di febbraio 2018 di un nuovo sistema laparoscopico di ultima generazione Ultra HD, il cosiddetto 4 K, che consente una visione di risoluzione globale 4 volte superiore rispetto allo standard Full HD (2160x4096 linee anziché 1080x1920 linee). Il sistema si avvale di uno schermo a 55 pollici e rende la visione laparoscopica addirittura migliore di quella sperimentata a cielo aperto, integrando funzionalità come l'Ultra HD, una più ampia gamma di colori ed una visualizzazione ingrandita. Di questo devo ringraziare la direzione generale dell'ASST Monza per la pronta risposta all'esigenza di restare al passo coi tempi per offrire al paziente sempre le migliori cure e le migliori garanzie qualitative.

sistema laparoscopico 4k desio

Il chirurgo laparoscopista è sempre alla ricerca di nuove soluzioni che consentano di beneficiare di una visione operatoria ad alta definizione, che valorizzi dettagli invisibili all’occhio umano e che contribuisca alla precisione e all’efficacia del gesto chirurgico aumentando la sicurezza del paziente e accorciando i tempi chirurgici.

Ultra HD: Migliora la visibilità e consente di operare in modo più preciso e sicuro.
Gamma di colori più ampia: Una riproduzione di colori più ricca e mirata per ogni disciplina clinica.
Visualizzazione ingrandita: Migliore visibilità e operabilità grazie ad uno schermo più grande e allo zoom elettronico.
4K – Risoluzione quattro volte superiore rispetto al Full HD: Informazioni quattro volte maggiori rispetto ai tradizionali sistemi di imaging Full HD. Il grande schermo 55” offre una qualità delle immagini mai raggiunta finora
Immagini chiare e ad alto contrasto: controllando la riflessione e riducendo al minimo la dispersione di luce del pannello LCD.
Miglioramento Colore: chiarisce il tono di colore specifico dell'oggetto (ad esempio il rosso).
Enfatizzazione Struttura: migliora il riconoscimento del contorno dell'oggetto.
Un'immersione completa nel campo operatorio: Dettagli quattro volte superiori rispetto al Full HD - un'immersione completa a brevissima distanza (distanza dimezzata rispetto ai sistemi HD). Il chirurgo può stare a minore distanza da uno schermo più grande.

risoluzione 4k
visione 4k ultra hd

Il nuovo processore 4K, in associazione con la sua telecamera, è in grado di distinguere una gamma di colori molto più ampia rispetto alla precedente tecnologia FullHD, il che consente di riprodurre con maggiore precisione e fedeltà le sfumature dei rossi e di distinguere in maniera più fedele e riconoscibile i contorni dei tessuti e la loro tipologia (grasso, nervi, vasi sanguigni).

Grazie alle generose dimensioni, ottimizzate per sfruttare al meglio la tecnologia Ultra HD, il monitor 55” permette di sentirsi “immersi” nel campo operatorio, di apprezzare anche i più piccoli dettagli, potendosi avvicinare allo schermo come mai prima d’ora, senza perdere il più piccolo dettaglio.

La sensazione di immersione consente al team di sala operatoria di focalizzarsi a pieno sull'intervento chirurgico; la lesione appare più grande rispetto alla visione sugli schermi tradizionali, consentendo al chirurgo di operare con maggiore precisione.

La vista panoramica è accessibile a tutti gli operatori di sala grazie ad una distanza e ad un angolo di visione ottimali.

Ad esempio nel corso di asportazione del tumore del retto il chirurgo laparoscopista fa sempre i conti con le delicate strutture nervose che sottintendono alla funzionalità urinaria e sessuale del paziente. La mia èquipe è stata recentemente capofila di uno studio clinico sulla prevenzione delle lesioni nervose della regione pelvica indotte da questo tipo di chirurgia che abbiamo pubblicato su prestigiose riviste internazionali come Annals of Surgery.

La possibilità di migliorare la qualità della visione laparoscopica delle strutture da preservare costituisce un enorme passo avanti tecnologico che potrebbe consentire un ulteriore abbattimento delle compromissioni della funzionalità urinaria e sessuale di pazienti affetti da malattie tumorali anche avanzate per la maggior sicurezza che una visione così dettagliata consente.