Venerdi’ 26 Gennaio 2018, il Dr Dario Maggioni, direttore della Chirurgia Generale e d’Urgenza III dell’ASST Monza presso l’Ospedale di Desio, ha organizzato presso l’Aula Pogliani dell’Ospedale San Gerardo –  ASST Monza un congresso di aggiornamento in Chirurgia Colo-Rettale dal titolo: “A day with David Larson”. 

Il Professor Larson che ha trascorso l’intera giornata a Monza in compagnia dei suoi colleghi italiani, insegna chirurgia alla Mayo Clinic di Rochester nel Minnesota, l’ospedale degli Stati Uniti più noto al mondo per il suo valore scientifico.

Il Professor Larson è un amico del Dr Maggioni con cui collabora da diversi anni. Dirige il reparto di Chirurgia Colorettale e si colloca tra i maggiori esperti nel suo campo. Anche la collaborazione tra la Chirurgia Generale e d’Urgenza III dell’Ospedale di Desio e la Mayo Clinic è operativa da tempo, rafforzata di anno in anno da scambi di esperienze cliniche, collaborazioni scientifiche e programmi di internship che chirurghi di Desio svolgono regolarmente alla Mayo Clinic.

La possibilità di confrontarsi con le esperienze chirurgiche più valide a livello mondiale è una caratteristica che ha sempre contraddistinto il reparto del Dr Maggioni come già dimostrato dagli eventi congressuali organizzati nel 2014, 2015 e 2016.

Il congresso del 26 Gennaio è stata sicuramente una occasione di affrontare diversi temi riguardanti la chirurgia colorettale laparoscopica (per patologia sia maligna che benigna) nell’ ottica di un costante aggiornamento professionale.

Oltre al professor Larson hanno preso parte al congresso altri 31 relatori da tutta Italia noti per la loro alta competenza professionale e scientifica.

A conclusione del congresso ha avuto luogo una sessione finale aperta anche al pubblico, dedicata all’aspetto vocazionale del lavoro medico, con la presentazione di una mostra dal titolo “La prima carità al malato è la scienza”, dedicata alla vita di Giancarlo Rastelli (1933-1970), cardiochirurgo di Parma  affermatosi alla Mayo Clinic come uno dei piu’ importanti scienziati del suo tempo, inventore delle tecniche Rastelli 1 e Rastelli 2, usate ancora per migliaia di casi di bambini con problemi cardiaci. Attualmente è in corso la sua causa di beatificazione in virtu’ della sua grande carità nei confronti degli ammalati dimostrata non solo con la dedizione personale ma anche con la passione incommensurabile per il progresso scientifico. La mostra a pannelli dedicata a Rastelli è stata esposta nella hall della nuova palazzina dell’Ospedale San Gerardo anche nei giorni precedenti il congresso.